Reporting the World Over

News and Comments about Life

Lombardia: approvati i criteri per disciplinare i nuovi Programmi integrati di intervento

La Giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità per disciplinare l’approvazione da parte dei Comuni di nuovi Programmi integrati di intervento, secondo, quanto proposto dall’assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni.

La legge regionale 5/2009 stabiliva che i Comuni privi di Piano di governo del territorio non potessero procedere all’approvazione di nuovi Programmi di intervento, ad eccezione dei casi di “rilievo strategico”, secondo criteri stabiliti dalla Giunta regionale.

Nei termini previsti la Giunta regionale ha quindi provveduto in merito, approvando il documento che fissa i criteri e le modalità per l’approvazione dei Programmi integrati di intervento in variante, non aventi rilevanza regionale, prescrizioni valide fino all’approvazione dei Piani di governo del territorio.

E’ stato stabilito che si considerano strategici, e quindi ammissibili, i Programmi integrati di intervento che prevedono la realizzazione di opere infrastrutturali, pubbliche o di interesse pubblico, caratterizzate da una rilevanza territoriale estesa all’intero territorio comunale o, per i Comuni più grandi, a parti significative di questo. Essenziale in tal senso è l’obiettivo di conseguire con questi interventi la riqualificazione e il recupero di aree urbane degradate o abbandonate.

I Comuni dovranno attestare la sussistenza dei requisiti stabiliti dalla delibera per procedere all’approvazione del Programma integrato di intervento, indicando specificamente negli atti di adozione e approvazione del piano gli interventi da realizzare tra quelli sopra indicati.

“Con questo provvedimento – osserva l’assessore Boni – abbiamo tempestivamente individuato i casi in cui vi è la possibilità di approvare i Programmi integrati di intervento contribuendo in questo modo anche all’obiettivo di rilanciare un settore, quello dell’edilizia, che subisce come altri gli effetti della crisi”.

Contestualmente la Regione sta operando per conseguire l’attuazione completa della legge 12/2005 per il Governo del territorio.

“A seguito delle nuove disposizioni introdotte dalla legge regionale 5/2009 – aggiunge Boni – negli ultimi mesi si è proceduto a una prima accelerazione nella adozione e approvazione dei nuovi Piani di governo del territorio. Al 30 aprile scorso infatti risultano approvati i piani di 107 Comuni lombardi, altri 174 Comuni hanno già adottato il piano, mentre altri 758 enti locali hanno avviato l’elaborazione del piano o stanno per farlo”.

Per contribuire ulteriormente a questo obiettivo, nelle prossime settimane la Regione definirà le modalità di contributo finanziario per la redazione dei nuovi Pgt da parte dei Comuni. “Nei 60 giorni di ‘blocco’ stabiliti dalla legge 5/2009 – conclude Boni – durante i quali i Comuni non possono approvare i Programmi integrati di intervento, forte impulso è stato dato affinché i Comuni si dotassero di un adeguato strumento di programmazione territoriale. Con questa delibera sono state adottate regole e criteri per i Programmi Integrati di Intervento, anche per evitare errori da parte dei Comuni che in qualche caso, pur con il blocco vigente, hanno proceduto nell’iter di definizione del Piano integrato stesso in maniera non adeguata ai nuovi principi della legge 12 per il Governo del territorio”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on May 8, 2009 by in notizie and tagged , , .
%d bloggers like this: