Reporting the World Over

News and Comments about Life

La tecnologia al servizio dell’Uomo per semplificare la nostra vita: ecco Smarter Planet di IBM

Costruire un mondo più intelligente, in cui la tecnologia aiuta l’uomo semplificando la vita quotidiana.

E’ quanto si propone IBM, il gigante dell’information technology, con la sua iniziativa Smarter Planet, lanciata dieci mesi fa dal suo Presidente Sam Palmisano.

Quello che IBM intravede è un mondo caratterizzato dalle tre “i” delle parole inglesi instrumented, interconnected, intelligent, ovvero, tecnologico, interconesso, intelligente.

Declinata in numerose versioni – Smarter City per gli ambienti urbani, Smarter Work per il mondo del lavoro, Smarter Health per la sanità, e poi, ancora Smarter Energy, Oil, Banking, rispettivamente per il mondo dell’energia, dell’estrazione e trattamento del petrolio e per quello della finanza, e molti altri ancora – l’iniziativa richiama l’attenzione sull’impatto positivo dell’intelligenza, ovvero della tecnologia, sulla nostra vita.

“Per realizzare la nostra visione di un mondo in cui intelligenza e tecnologia si fondono al nostro servizio – dice Nicola Palmarini, Human Centric Solutions Manager di IBM – ci siamo rivolti a quello che è il mondo tipico della cultura italiana: la città.”

In Italia Smarter City viene trasformato in Smarter Town. Non certo una retrocessione, una diminuzione di significato: “Nel nostro paese”, dice Palmarini, “i centri di piccole e medie dimensioni sono anche quelli dove maggiore è il senso di attivismo delle istituzioni, in particolare dei Sindaci, figure che gli ultimi sviluppi politici hanno arricchito di poteri e capacità di iniziativa.”

Da queste considerazioni etno-culturali origina l’attenzione che i responsabili dell’iniziativa in Italia hanno dedicato a città come Parma, Reggio Emilia, Venezia, ma anche Bolzano e Salerno: tutte di dimensioni non certo enormi, inquadrabili nel modello di città a misura d’uomo, e che dispongono di una classe politica ed amministrativa che ha compreso lo spirito dei tempi nuovi.

“In ognuno di questi centri IBM ha implementato un progetto diverso, adeguato alle caratteristiche sociali ed economiche della città”, ddice Palmarini. Che continua: “A Venezia, città d’arte tra le più famose al mondo, meta ogni anno di milioni di turisti, abbiamo partecipato al progetto del Comune per rendere wi-fi l’intera città.”

Ecco, quindi, il progetto Tag My, una soluzione che permette di realizzare un percorso turistico ‘guidato’ grazie a una serie di tag, ‘piastrelle’ che contengono un codice che, identificato da un software installabile su telefonini adeguati, dà modo al visitatore di accedere a tutta una serie di informazioni di suo interesse.

In modo simile si comporta Sesamo Net, che IBM sta realizzando in collaborazione con l’Università della Sapienza di Roma e che è in fase di studio per essere implementata a Salerno: questa soluzione si rivolge specificatamente a persone con gravi problemi di vista, quando non completamente cieche. Uno speciale lettore si collega a ‘tag’ posti lungo un percorso e ne trasforma in voce le istruzioni relative. In questo modo, la persona può seguire un qualunque percorso e raggiungere qualunque destinazione in modo autonomo, senza necessità di un accompagnatore.

Tra gli altri, a SMAU IBM presenta anche soluzioni legate alla Sanità, come il 3D Avatar, una rappresentazione tridimensionale del corpo umano su cui vengono proiettati i dati contenuti nella cartella clinica di un paziente, consentendo ai medici e ai sanitari in genere di ‘vedere’ la patologia, studiarla da vicino, osservarne il rapporto con gli organi di tutta una zona e con il corpo nella sua generalità e competezza.

E ancora, solzuoni per la gestione, in tutta sicurezza, degli accessi nelle aree industriali o artigianali o all’interno di aree sorvegliate in genere. O per il collegamento in remoto con uffici pubblici per eseguire pratiche di ogni tipo.

Semplificare: ecco la parola-chiave che accomuna tutti questi progetti.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on October 20, 2009 by in notizie, Tecnologia and tagged , , , , .
%d bloggers like this: