Reporting the World Over

News and Comments about Life

Ambiente: 39 iniziative italiane tra i 196 progetti che la Commissione finanzierà in seguito al bando LIFE+2008

La Commissione europea ha approvato il finanziamento di 196 nuovi progetti nell’ambito del secondo invito a presentare proposte per LIFE+ (2007-2013), l’attuale programma europeo per l’ambiente. I progetti presentati provengono dall’insieme dell’UE e riguardano interventi nei settori della tutela della natura, della politica ambientale e dell’informazione e comunicazione. In totale rappresentano un investimento di 431 milioni di euro, di cui 207,5 milioni di euro saranno coperti dal contributo UE.

Il commissario europeo per l’ambiente Stavros Dimas ha dichiarato: “Sono convinto che questi progetti recheranno un sostanziale contributo alla tutela della natura e al miglioramento dell’ambiente, contribuendo altresì a sensibilizzare gli Europei sulle principali sfide ambientali che dobbiamo affrontare, in particolare i cambiamenti climatici e la perdita della biodiversità.”

In seguito all’invito a presentare proposte del novembre 2008, la Commissione ha ricevuto oltre 600 proposte da organismi pubblici o privati dei 27 Stati membri dell’UE. Di queste, 196 sono state selezionate per un cofinanziamento nell’ambito delle tre componenti del programma, vale a dire LIFE+ Natura e biodiversità, LIFE+ Politica e governance ambientali e LIFE+ Informazione e comunicazione.

I progetti LIFE+ Natura e biodiversità migliorano lo stato di conservazione di specie e habitat in pericolo. Tra le 227 proposte ricevute, la Commissione ha scelto 80 progetti da finanziare, presentati da partenariati tra organismi di conservazione, enti governativi e altri soggetti. Situati in 22 Stati membri, tali progetti rappresentano un investimento complessivo di 199 milioni di euro, a fronte dei quali il contributo comunitario sarà di circa 107 milioni di euro. La maggior parte dei progetti (74) riguardano la natura e contribuiscono all’attuazione delle direttive sugli uccelli e/o sugli habitat e alla realizzazione della rete Natura 2000. Gli altri sei sono progetti relativi alla biodiversità, una categoria di LIFE+ per progetti pilota che affrontano temi più ampi riguardanti la biodiversità.

I progetti LIFE+ Politica e governance ambientali sono progetti pilota che contribuiscono allo sviluppo di idee politiche, tecnologie, metodi e strumenti innovativi. Tra le 288 proposte ricevute, la Commissione ha scelto 99 progetti presentati da una vasta gamma di organizzazioni del settore pubblico e privato. I progetti selezionati, localizzati in 19 Stati membri, rappresentano un investimento complessivo di 211 milioni di euro, al quale l’UE contribuirà con circa 90 milioni di euro. La quota più cospicua del finanziamento comunitario (circa 26 milioni di euro) è destinata a 28 progetti concernenti i rifiuti e le risorse naturali. I cambiamenti climatici costituiscono il secondo settore prioritario, con 24 progetti che fruiranno di finanziamenti per circa 25 milioni di euro, seguito dalle risorse idriche (17 progetti). I rimanenti 30 progetti vertono su una molteplicità di temi tra cui l’aria, le sostanze chimiche, ambiente e sanità, foreste, innovazione, rumore, suolo, approcci strategici e ambiente urbano.

I progetti LIFE+ Informazione e comunicazione divulgano informazioni e mettono in rilievo le questioni ambientali, oltre a promuovere la formazione e la sensibilizzazione alla prevenzione degli incendi boschivi. Tra le 98 proposte ricevute, la Commissione ha scelto 17 progetti presentati da una serie di organizzazioni del settore pubblico e privato che si occupano della natura e/o dell’ambiente. Situati in 12 Stati membri, i progetti in questione rappresentano un investimento globale di 21 milioni di euro, al quale l’UE contribuirà con circa 10 milioni di euro.

L’Italia tra i principali beneficiari

Dei 27 Stati membri dell’UE, l’Italia è il Paese con il numero più elevato di progetti selezionati: delle 196 iniziative che riceveranno il cofinanziamento UE in esito al bando LIFE+ del novembre 2008, ben 39 sono italiane (14 progetti nell’ambito di LIFE+ Natura e biodiversità, 23 progetti nell’ambito di LIFE+ Politica e governance ambientali e 2 progetti nell’ambito di LIFE+ Informazione e comunicazione). I progetti italiani sono localizzati in tutto il Paese (anche se il centro-nord è più rappresentato del sud) e alcune iniziative riguardano più zone contemporaneamente: per esempio, l’Istituto Superiore di Sanità riceverà un contributo UE di 381 957 euro per uno studio su inquinamento e salute che verrà eseguito tra l’aprile 2010 e il settembre 2012 e che stabilirà in quale misura le donne in età riproduttiva (20-40 anni) sono esposte a inquinanti organici persistenti rilevati in prossimità di alcuni stabilimenti industriali e discariche situate in nove regioni italiane (dal Trentino-Alto Adige alla Sicilia).

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on October 30, 2009 by in notizie, Tecnologia, Unione Europea and tagged , , .
%d bloggers like this: