Reporting the World Over

News and Comments about Life

Una scuola italiana premiata dall’UE per l’efficienza energetica

Efficienza energetica: i vincitori dei premi UE GreenLight e GreenBuilding rispamiano fino all’85% di energia

Quest’anno vi è anche un progetto italiano tra i vincitori dei premi GreenLight e GreenBuilding, istituiti dalla Commissione europea rispettivamente nel 2000 e nel 2005 per promuovere la riduzione volontaria del consumo di energia da parte di organizzazioni pubbliche e private. Si tratta di un asilo di Cologno Monzese, che ha realizzato un risparmio energetico pari all’81% della domanda di energia primaria.

Uno dei 12 vincitori del premio GreenLight 2010 è il consiglio comunale della città di Dagda, in Lettonia, che ha ridotto dell’85% i suoi consumi energetici per l’illuminazione. Nella categoria GreenBuilding, due dei migliori progetti di ristrutturazione, riguardanti un immobile per uffici in Austria e – appunto – la scuola di Cologno Monzese, hanno realizzato risparmi energetici di oltre l’80%.

Queste iniziative contano oltre 700 partecipanti in tutta Europa, che risparmiano circa 545 GWh all’anno, pari all’energia utilizzata nello stesso periodo da due città europee di medie dimensioni.

Máire Geoghegan-Quinn, commissaria europea per la ricerca, l’innovazione e la scienza, e Günter Oettinger, commissario europeo per l’energia, hanno dichiarato: “Ci congratuliamo con i vincitori. Che appartengano al settore pubblico o a quello privato, sono tutti la prova vivente che le organizzazioni che investono ed innovano nel campo dell’efficienza energetica possono arrecare immensi benefici a sé stesse dando nel contempo un contributo di punta per un’Europa più sostenibile. La diffusione di questo tipo di buone pratiche, anche grazie a premi come questi, sarà un fattore determinante per la riuscita in termini economici e ambientali della strategia Europa 2020”.

GreenLight e GreenBuilding, gestiti dal CCR (Centro comune di ricerca) della Commissione europea, sono programmi su base volontaria che invitano le organizzazioni pubbliche e private a ridurre il consumo di energia nei propri edifici. GreenLight incoraggia ad installare sistemi di illuminazione efficienti dal punto di vista energetico, mentre GreenBuilding promuove l’efficienza energetica degli edifici attraverso misure quali l’isolamento termico, sistemi efficienti di riscaldamento e raffreddamento, sistemi di controllo intelligenti, pannelli fotovoltaici, ecc.

Le due cerimonie per la consegna dei premi GreenLight e GreenBuilding hanno luogo a Francoforte il 13 e il 14 aprile in occasione della conferenza “Miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici commerciali” (IEECB’10).In questa edizione 2010 sono in tutto 24 i partecipanti premiati per i risultati ottenuti o per progetti innovativi. I premi sono assegnati tenendo conto dei risparmi energetici realizzati, delle tecnologie utilizzate e del settore di appartenenza (edifici pubblici, edifici commerciali, uffici, ecc.).

GreenLight

A partire dalla sua creazione nel 2000, all’iniziativa GreenLight hanno aderito più di 500 partner in tutta Europa. Sostituendo un’illuminazione antiquata con lampade a basso consumo energetico e controllando l’uso dell’illuminazione, le organizzazioni partner hanno realizzato un risparmio totale di 241 GWh/anno, pari ad un risparmio di 24 milioni di euro in costi correnti e a oltre 94 milioni di chilogrammi di emissioni di CO2 all’anno.

GreenBuilding

All’iniziativa GreenBuilding, istituita nel 2005 in seguito al successo dell’iniziativa GreenLight, hanno aderito oltre 185 partner. Secondo le stime, i 286 edifici partecipanti risparmiano 304 GWh/all’anno di energia primaria (per esempio elettricità, gas naturale e nafta), che corrisponde ad una percentuale media di risparmio del 41%.

Questi risultati sono stati ottenuti per lo più installando sistemi più efficienti di riscaldamento e di condizionamento dell’aria, isolando meglio l’involucro dell’edificio (la separazione tra ambienti interni ed esterni) e realizzando un’illuminazione più efficiente. Al risparmio energetico hanno poi contribuito anche lo sfruttamento dell’energia solare e geotermica.

Da questo programma si sono tratte conclusioni importanti: per esempio, è risultato che per gli edifici nuovi i costi aggiuntivi connessi agli investimenti per l’efficienza energetica sono bassi (meno del 10% dell’investimento) e che la maggior parte dei progetti ha permesso di realizzare risparmi energetici superiori a quelli inizialmente stimati.

Il CCR sta attualmente valutando i risultati globali di entrambi i programmi e all’inizio di giugno, in occasione della “Settimana verde” dell’UE, pubblicherà relazioni dettagliate nelle quali saranno brevemente presentate le principali misure in materia di efficienza energetica, i risparmi realizzati, le motivazioni e l’esperienza dei partner.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: