Reporting the World Over

News and Comments about Life

Lo “Small Business Act” per l’Europa: uno strumento per rafforzare le piccole imprese e favorire la crescita

La Commissione Europea ha annunciato ieri lo Small Business Act (SBA), pacchetto che contiene una serie di iniziative e misure a favore delle aziende di piccola e media dimensione (PMI), perché possano svilupparsi e creare occupazione.

Le PMI nell’Unione Europea sono circa 23 milioni e occupano il 67% della forza lavoro del settore privato. Il loro contributo all’economia UE è dunque di fondamentale importanza, anche per quanto riguarda il raggiungimento degli obiettivi considerati nella strategia “Europa 2020”.

Tra il 2008 e il 2010 la Commissione e gli Stati membri hanno messo in atto nel quadro dello SBA iniziative dirette a ridurre gli oneri amministrativi, a facilitare il finanziamento delle PMI e a favorire il loro accesso a nuovi mercati. La maggior parte delle iniziative previste dallo SBA sono state avviate, ma se si guarda a quanto è stato fatto finora, appare chiaro che bisogna fare di più per aiutare le PMI.

Antonio Tajani, vicepresidente della Commissione europea, commissario per l’industria e l’imprenditorialità, ha dichiarato: “Le PMI sono il motore della nostra economia e dobbiamo mantenerle forti, competitive e innovative. Gli Stati membri devono agire rapidamente per dare piena attuazione allo Small Business Act”.

Le iniziative dello SBA intraprese dal 2008

Lo Small Business Act definisce per la prima volta le linee generali di una politica dell’UE e degli Stati membri a favore delle PMI. Dalla sua adozione, nel giugno 2008, notevoli progressi sono stati realizzati grazie alle azioni intraprese in numerosi settori per rafforzare le PMI:

– 100 000 PMI hanno usufruito degli strumenti finanziari del programma quadro Competitività e innovazione, creando oltre 100 000 posti di lavoro.

– La direttiva sui ritardi di pagamento, adottata nel 2010, impone ora alle pubbliche amministrazioni di pagare i loro fornitori entro 30 giorni, il che permette di migliorare il flusso di cassa delle imprese.

– Nella maggior parte degli Stati membri i tempi e i costi di costituzione di una società sono stati notevolmente ridotti; per una società a responsabilità limitata la media UE è scesa da 12 giorni e 485 euro nel 2007 a 7 giorni e 399 euro nel 2010.

– Procedure on-line semplificate e la possibilità di presentare offerte congiunte hanno facilitato la partecipazione delle PMI agli appalti pubblici.

– Il nuovo Centro per le PMI dell’Unione europea in Cina aiuta le PMI ad accedere ai mercati cinesi.

Tutti gli Stati membri hanno riconosciuto l’importanza di dare rapidamente attuazione allo SBA, ma le forme di intervento adottate e i risultati ottenuti variano notevolmente. Il riesame dello SBA sottolinea che gli Stati membri devono intensificare i loro sforzi per promuovere l’imprenditorialità e le PMI nel difficile clima economico di oggi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on February 24, 2011 by in notizie, Politics, Unione Europea and tagged , , , , , .
%d bloggers like this: