Reporting the World Over

News and Comments about Life

Artigianato in fiera, Como c’è

Fa la parte del leone, Como, all’Artigiano in fiera, la tradizionale manifestazione pre-natalizia che ha aperto le porte ieri – durerà fino al 12 dicembre – a Fieramilanocity. Lo spazio occupato dalle decine di di aziende, grandi e piccole, della nostra provincia è secondo, per dimensione, solo a quello di Milano, padrona di casa e, quindi, ‘condannata’ a primeggiare per numero di aziende e dimensione dello stand.

Una partecipazione, quella comasca, che la dice tutta sul dinamismo e la voglia di fare delle aziende di casa nostra. Anche se gli umori e i giudizi, nei confronti della manifestazione, sono svariati, e vanno dall’entusiasmo pieno ad un nemmeno tanto celato scetticismo. Fattore comune, in ogni caso, la voglia di fare, di provare, di non lasciare nulla di intentato per scrollarsi di dosso le ruggini della crisi economica.

Sicuramente da ascrivere nel partito degli entusiasti Francesco Rasori, dell’omonima azienda di Fino Mornasco. Cravatte, sciarpe, camicie e accessori per l’abbigliamento in genere in seta, lana e cashmere: una produzione di altissima qualità, commercializzata con il proprio marchio oppure con quello di grandi case. Un ciclo di lavorazione che parte dal design e arriva fino all’oggetto – del desiderio, si potrebbe dire, data la qualità – finale. Un mercato ridotto, come numero di clienti – “Un centinaio”, dice il titolare – ma che arriva a coprire anche i mercati nordamericano e giapponese, esigentissimi dal punto di vista della qualità.

“Siamo presenti puntualmente da otto anni – racconta Francesco Rasori – e finora abbiamo sempre avuto grandi soddisfazioni. Anche quest’anno sembra essere partita bene”.

La MLB Salotti, di Rovellasca, presenta un campionario della sua produzione di divani, di ogni forma, dimensione, tipologia e materiale. Tutti modelli di assoluta qualità, con un ciclo di lavorazione completamente artigianale. La MLB Salotti è, difatti, la tipica ‘azienda di una volta’ dove lavora l’intera famiglia, il cliente viene seguito in modo continuo, e spesso dopo il padre viene il figlio a comperare divani e poltrone. “È una fiera impegnativa, in tutti i sensi, ma ne vale la pena, perché di livello superiore alle altre”, ci dicono allo stand.

Non così soddisfatti i canturini Giovanni e Roberto Brandovardi, padre e figlio, che con l’altro figlio Carlo conducono un’azienda di accessori per l’arredamento: tavolini, sedie, porta oggetti, soprammobili, tutti articoli di altissima qualità, in vetro e cristallo, che disegnano e progettano, in collaborazione anche con i migliori artigiani di Murano. Una produzione che sfocia nell’oggetto d’arte, tanto sono belli. “E il bello, purtroppo – ammette Roberto – in questo periodo è difficile da vendere”. Sono loro, da notare, gli artefici della ‘Coda di rondine’ , il simbolo della Permanente di Cantù, in legno e cristallo, che viene consegnato a canturini meritevoli o a ospiti di particolare riguardo.

Una curiosità dello stand di Como è la presenza dell’Accademia del merletto di Cantù, rappresentata dalla titolare Flavia Tagliabue e dalla sua aiuto insegnante Tina Camagni, a cui si contrappone Charis, laboratorio artigiano dell’argento di Cabiate ma il cui titolare mostra indiscutibili caratteri somatici orientali. È, infatti, originario della Corea. Due mondi lontanissimi, figli della tradizione più pura e della globalizzazione più spinta, eppure così vicini. Nel suo laboratorio nella cittadina brianzola Kim Seung Yung produce oggetti e monili d’argento e con pietre dure, che poi vende principalmente in Italia ma anche (per il 20%) all’estero.

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on February 20, 2012 by in Uncategorized.
%d bloggers like this: