Reporting the World Over

News and Comments about Life

Agrinatura

Il territorio consuma ciò che produce è il tema di Agrinatura, l’appuntamento all’insegna della promozione e valorizzazione dell’agricoltura e dell’ambiente che ha aperto i battenti ieri nei padiglioni di Lariofiere di Erba (ingresso gratuito, oggi 10-23, domani 10-20).Giunta al suo decimo anno di vita, la manifestazione vuole porsi “come aggregatore di competenze tra agricoltori e ristoratori”, come dice Silvio Oldani, direttore dell’ente fieristico.
Perché aggregare e con quali obiettivi? “L’agricoltura comasca è importante non tanto dal punto di vista della quantità, quanto come fattore fondamentale per una corretta gestione del territorio e come attore nella filiera del turismo. Ci proponiamo, in particolare, di sottolineare il
valore dell’agricoltura territoriale, avvicinare produttori, trasformatori e consumatori locali in una logica di filiera corta, sensibilizzare al rispetto dell’ambiente e presentare le nuove opportunitàper l’agricoltura, legate ad uno sviluppo sostenibile”, risponde Ivano Polledrotti, assessore per l’agricoltura e la pesca a Villa Saporiti.
Da diversi anni, ormai, sono almeno una ventina all’anno i nuovi agricoltori che avviano progetti di produzione locali: l’agricoltura si rivela, dunque, un’ottima opportunità di lavoro indipendente per i nostri giovani.
“Anche in vista di Expo 2015 – continua Polledrotti – è importante sviluppare una rete di comunicazione tra agricoltori, pescatori e ristoratori, per consentire ai prodotti del territorio di arrivare sul mercato locale”. Ecco dunque l’idea del ‘borsino’ dei prodotti agricoli, una primizia assoluta nel panorama italiano, che si traduce in un luogo fisico, durante i tre giorni di Agrinatura, dove produttori e ristoratori possono incontrarsi per stringere rapporti, concordare collaborazioni, fare contratti di fornitura.
Una possibilità presa al volo da diversi operatori delle nostre zone. Ai tavoli del ‘borsino’ troviamo Simone Moretti, direttore del consorzio Sapori di terra, sapori di lago, che con i suoi collaboratori presenta i prodotti del consorzio – pesce e dolci, ma anche articoli in legno. Poco distante, Francesco Goffredo della Coldiretti Lombardia illustra Agricoltura Amica, il consorzio di produttori – costituito proprio in questi giorni, alla sua prima uscita ufficiale – che si propone come catalogo comune di tutte le varietà di prodotti della terra e dell’acqua della nostra regione, per presentarsi sul mercato con un’unica immagine. “Un vantaggio per i produttori, che ottengono maggiore visibilità per i loro prodotti, ma anche per i consumatori: la filiera si accorcia e con loro i prezzi”, dice Goffredo.
Altro esempio delle politiche di valorizzazione dei prodotti locali è Terre Lariane, una dozzina di aziende vinicole equamente suddivise tra Como e Lecco, che in occasione della giornata inaugurale di Agrinatura ha offerto la possibilità di degustare i vini lariani e brianzoli in compagnia di un esperto enologo.
“La vite era una parte importante dell’agricoltura dei nostri territori, una volta. Poi è stata dimenticata. Da una ventina di anni è in atto in processo di recupero, che ha già portato ottimi risultati”, spiega Claudia Crippa. Per quanto ridotto nelle dimensioni, è un settore importante anche per l’immagine del nostro territorio all’estero. “Produco vino da dieci anni – dice Daniele Travi, dell’azienda agricola Domasino – e le mie bottiglie arrivano su mercati europei, dalla Finlandia ai paesi scandinavi, all’Olanda e anche negli Stati Uniti, a Washington, a New York, nel Colorado”.

Franco Cavalleri

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on April 29, 2012 by in Uncategorized.
%d bloggers like this: