Reporting the World Over

News and Comments about Life

Scritti di architettura

Negli Anni Trenta, la presenza di un gruppo di giovani architetti dalle grandi capacità e dalle idee innovative aveva trasformato Como nel centro ispiratore di un’architettura non di regime, aperta alle influenze culturali provenienti dagli altri paesi europei, in contrapposizione a quanto avveniva a Milano, e ancora di più a Roma e nelle altre città italiane. Uno di questi giovani architetti era Cesare Cattaneo, figura di spicco della seconda generazione del razionalismo comasco, amico e collaboratore di altri grandi protagonisti di quel periodo d’oro della cultura di Como, come Franco Ciliberti, Giuseppe Terragni e Pietro Lingeri.

A lui è dedicato un libro in due volumi – Scritti di architettura – recentemente edito dall’Archivio Cesare Cattaneo, che ha sede in uno dei palazzi più prestigiosi realizzati su suo disegno, la cosiddetta Casa d’affitto di Cernobbio, e custodisce i suoi progetti, articoli e scritti.

Nella sua purtroppo breve carriera – scomparve nell’agosto del 1943, quando aveva da poco compiuto 31 anni – Cattaneo si distinse per la singolare sperimentazione plastica e per un’approfondita ricerca teorica che applicò con coerenza costruttiva e funzionale.

Scritti di architettura ripercorre i momenti salienti che marcarono questo percorso teorico e pratico.

Cosa era Como alla fine degli Anni Trenta, quali erano i caratteri salienti della sua vita culturale? “Una specie di fascia protetta ai confini dello Stato – è la risposta che si legge nel libro – , che godeva di un prestigio secolare (e quindi di statuti non detti ma reali) proprio per la sua altissima tradizione architettonica”. Siamo nel momento di massimo consenso del regime, eppure gli intellettuali comaschi, di qualunque disciplina, dall’architettura alla filosofia, si permettevano di rivendicare idee, concetti ed espressioni diverse da quelle ufficiali. Non era facile, “bisognava avere idee, programmi e visioni del futuro e del mondo…”: come dire che, in quegli anni sotto molti punti di vista alquanto difficili, l’ambiente culturale di Como era in grado di esprimere una sua propria forza, che gli permetteva di uscire, almeno parzialmente, dalle briglie della cultura ufficiale.

Cesare Cattaneo era sicuramente uno dei protagonisti di questo ambiente così effervescente ed innovativo: con le sue ricerche ed i suoi lavori, con le sue polemiche e le sue proposte ha anticipato temi e soluzioni che sarebbero entrati nella attualità architettonica ed urbanistica – ma non solo – soltanto decenni dopo. Come nel caso della figura sociale dell’architetto e delle responsabilità che gli competono, o dell’introduzione nell’edilizia residenziale di caratteri e soluzioni tipiche di quella industriale, con una visione razionale dello spazio e della forma del tutto nuova.

Spazio, rigore geometrico e prospettico, poesia, in un’interpretazione razionalistica del Rinascimento, attuata intervenendo sui volumi e cercando sempre un’integrazione fra interno ed esterno, cancellando il primato dell’esterno imposto dall’architettura dell’Ottocento con il suo mito delle facciate.

Il suo Giovanni e Giuseppe. Dialoghi di architettura, del 1941, esprime limpidamente questa sua forza poetica che assume un particolare valore teorico basato su principi etici e filosofici letti in chiave neoplatonica. Nello stesso libro, Cattaneo ribadisce la sua adesione alla corrente Valori Primordiali e teorizza l’innovativo concetto di polidimensionalità che lo contraddistingue anche all’interno di un panorama, quello dell’architettura razionalista, piuttosto complesso.

La sua dedizione ad un progetto era assoluta: vi si immergeva totalmente, studiando e valutando attentamente ogni singolo aspetto, ogni dettaglio, fino alla singola vite, in quella che gli americani avrebbero più tardi definito progettazione totale, e di cui lui e tutti gli architetti razionalisti sono stati indubbiamente precursori.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on August 26, 2012 by in Uncategorized.
%d bloggers like this: