Reporting the World Over

News and Comments about Life

Le Odissee del Lake Como Film Festival

indexTre film, tre incantevoli luoghi per la prima settimana del Lake Como Film Festival. Un percorso geografico e cinematografico fuori e dentro lo schermo, un viaggio che è stato – in modo del tutto appropriato – chiamato “Odissee”.

E questa odissea versione-2015 prenderà il via lunedì 6 luglio, quando il magnifico ed elegante Giardino di Villa del Grumello ospiterà la proiezione di Le avventure acquatiche di Steve Zissou di Wes Anderson, l’acclamato autore di Grand Budapest Hotel, con un film tutto marino che ha le consuete peculiarità surreali delle commedie di Anderson e la recitazione straniante di Bill Murray.

Dai fondali di Zissou la serata del 9 luglio l’odissea del festival vola nei cieli con l’ultima opera del grande maestro del cinema giapponese Hayao Miyazaki, Si alza il vento. Per l’occasione, la proiezione avrà luogo in un contesto decisamente adatto, e caro al Lake Como Film Festival, come l’Hangar dell’Aero Club di Como.

La settimana di “Odiseee” chiude giovedì 9 luglio sulla Riva di Torno con l’odissea migrante del primo Novecento raccontata nel viaggio verso il  di Emanuele Crialese.

Il programma Odissee – Lake Como Film Festival

Lunedì 6 luglio ore 21.30 – Como Villa del Grumello

LE AVVENTURE ACQUATICHE DI STEVE ZISSOU di Wes Anderson

(The Life Aquatic with Steve Zissou)

Regia: Wes Anderson. Sceneggiatura: Wes Anderson e Noah Baumbach. Fotografia: Robert Yeoman. Montaggio: David Moritz e Daniel Padgett. Colonna sonora: Mark Mothersbaugh e Seu George. Interpreti: Bill Murray, Willem Dafoe, Cate Blanchett, Owen Wilson, Angelica Huston, Jeff Goldblum.

Stati Uniti 2004. 118 minuti.

Steve Zissou è un famoso oceanografo e documentarista. Durante l’ultima spedizione uno squalo giaguaro, mai visto prima, ha ucciso il suo storico assistente Esteban du Plantier. Le macchine da presa però non sono riuscite ad immortalarlo. La comunità scientifica è incredula e nessuno vuole finanziare la nuova spedizione, che avrebbe l’obiettivo di riprendere e cacciare il famigerato animale. Alle prese con le prime difficoltà economiche della sua carriera, Zissou fa la conoscenza di Ned Plimpton, un tranquillo ragazzo del sud, che dice di essere suo figlio. Steve chiede a Ned di unirsi al suo equipaggio a bordo della sua nave, la Belafonte… Girato in gran parte in Italia, tra Roma, Napoli e l’isola di Ponza, è un omaggio dichiarato a Jacques Cousteau ed al suo mondo di esplorazioni e scoperte. Avventura coloratissima e surreale, “Steve Zissou” disegna la perfezione, la cerca nel rapporto meraviglioso tra fantasia e realtà, per poi perderla irrimediabilmente nel confronto con le aspettative della vita.

Martedì 7 luglio ore 21.30 – Como Hangar Aeroclub

SI ALZA IL VENTO di Hayao Miyazaki

Regia: Hayao Miyazaki. Sceneggiatura: Hayao Miyazaki. Fotografia: Atsushi Okui. Montaggio: Takeshi Seyama. Colonna Sonora: Joe Hisaishi.

Giappone 2013. 126 minuti.

In concorso alla Mostra di Venezia 2013, nomination all’Oscar per la migliore animazione.

Siamo negli anni compresi tra le due Guerre Mondiali, segnati dal terremoto di Tokyo e dall’asse con la Germania hitleriana. Il protagonista è un ingegnere aeronautico, Jiro Horikoshi, uno dei pionieri dell’industria giapponese, ossessionato dal volo e dalle creazioni dell’italiano Caproni, che gli appare spesso in sogno. Jiro viene invitato alla Junkers, per studiare i modelli tedeschi e riuscire a dotare il proprio paese di mezzi militari necessari alle sue ambizioni. Nel frattempo, tornato in patria, si innamora di una ragazza conosciuta nel corso del terremoto… Miyazaki prende a prestito il titolo da un verso di Paul Valery, nel tentativo di costruire un grande melò bellico di stampo tradizionale. Si alza il vento è l’undicesimo e ultimo film del visionario maestro giapponese, che ha annunciato il ritiro dal set.

Giovedì 9 luglio ore 21.30 – Torno Riva di Torno

NUOVO MONDO di Emanuele Crialese

Regia e sceneggiatura: Emanuele Crialese Montaggio: Maryline Monthieux Fotografia: Agnés Godart Scenografia: Carlos Conti. Colonna sonora: Antonio Castrignanò. Interpreti: Charlotte Gainsbourg, Andrea Prodan, Vincenzo Amato, Aurora Quattrocchi.

Italia/Francia 2006. 120 minuti.

Leone d’argento alla Mostra di Venezia 2006.

Sicilia, inizi del Novecento.  Una decisione cambierà la vita di una famiglia intera: scegliere di lasciarsi il passato alle spalle, e iniziare una vita nuova nel Nuovo Mondo. Salvatore vende tutto: la casa, la terra, gli animali, per portare i figli e la vecchia madre in un posto dove ci sarà lavoro e pane per tutti. Salvatore, è uno delle migliaia di emigranti italiani che misero tutto in gioco, non è un eroe, è un uomo semplice, guidato da una lucida consapevolezza che lo spinge ad affrontare il lungo e pericoloso viaggio attraverso l’oceano, per giungere a New York agli albori del XX secolo. Crialese ci parla di personaggi sospesi tra vecchio e nuovo, in un contesto cinematografico di prima qualità e soprattutto con la capacità straordinaria di partire dal particolare per arrivare all’universale, come un evento del passato si trasfigura nell’attualità, in cui gli immigrati di oggi sono gli italiani di ieri.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: