Reporting the World Over

News and Comments about Life

Francoforte si prepara per la Bahnhofsviertelnacht

Puntuale come ogni anno, anche per questo 2015 torna la Bahnhofsviertelnacht, la ‘notte bianca’ del quartiere della Stazione Centrale, forse quello che meglio rappresenta i contrasti della cosmopolita e poliedrica Francoforte. Con negozi, eventi, spettacoli all’aperto e street food, anche quest’anno la manifestazione (in calendario il 20 agosto dalle 19 alle 23) si propone di riempire le vie e le piazze del quartiere con colori, musiche, suoni e profumi di tutto il mondo.

La notte bianca non è però l’unica manifestazione di interesse del Bahnhofsviertel. Quartiere in continuo cambiamento, ricco di contrasti e dinamico più di qualunque altra zona della città sul Meno, il Bahnhofsviertel ha un fascino particolare tanto da essere stato definito ‘a place to be’ dal New York Times.

Affollata zona di transito, il Bahnhofsviertel colpisce subito per il contrasto tra gli ultramoderni grattacieli delle banche e gli edifici di inizio Novecento, ma è camminando per le sue strade che risalta la sua caratteristica più marcata: il Bahnhofsviertel è il quartiere più multiculturale della capitale finaziaria dell’unione Europea. Atmosfera esotica e amichevole, assomiglia a un grande bazar con negozi di ogni tipo, che animano le vie del quartiere. La magia dell’Oriente aleggia tra i negozi del Kaiserpassage, il passaggio che collega la Kaiser con la Taunusstraße. Alla libreria Südseite in Kaiserstraße 55 si trovano numerosi libri internazionali, mentre lo storico negozi di dischi Cream-Music può vantare negli anni clienti d’eccezione, come i Rolling Stones, Billy Idol, Elvis Presley e John Lennon.

Ristoranti etnici e negozi da tutto il mondo creano una dimensione globale e fanno di questo angolo di Francoforte un vero e proprio paese della cuccagna. Qui si possono trovare specialità internazionali e classici rivisitati. La via da non mancare per un viaggio alla scoperta della gastronomia etnica è la colorata Münchener Straße, dove si concentrano i ristoranti, i chioschi e i negozi di specialità da tutto il mondo. Come Mazcie Eisen, al civico 18, che offre prelibati piatti della cucina ebraica. Tra le specialità della casa, il panino ebreo-americano al pastrami. Pochi metri più avanti gli stessi proprietari hanno recentemente aperto il raffinato ristorante Stanley Diamond (Ottostraße 16-18). Abbandonata la cucina etnica, i piatti così come la carta dei vini si orientano verso i classici della cucina europea e cambiano a seconda della stagionalità. Sempre in Münchener Straße, al civico 43, il panificio pasticceria Heidinger è attivo ormai da quattro generazioni.

Sono molti i luoghi di interesse dal punto di vista della cultura. È il caso del Museo del martello (Hammer Museum, Münchener Straße 36 – ingresso libero), uno degli 11 musei più curiosi al mondo. Su una superficie di 50mq sono esposti circa 1.500 martelli, dal piccolo utensile multiuso della fine del XIX secolo all’enorme martello da fabbro, fino a uno dei martelli usati per abbattere il Muro di Berlino. Tra il Bahnhofsviertel e il quartiere delle banche – cuore della city – da ottobre 2014 sorge l’MMK2, la nuova dependance del Museo di arte moderna (MMK) in Taunustor 1. Prima istituzione museale pubblica in Germania a essere ospitata all’interno di un grattacielo (la TaunusTurm), il museo ospita ogni sei mesi una mostra diversa. Nel Bahnhofsviertel si trova anche l’English Theatre Frankfurt (Gallusanlage 7), il più grande teatro in lingua inglese del continente europeo. Ad arricchire il panorama culturale del quartiere sono poi numerosi atelier e gallerie aperti al pubblico amante dell’arte.

Al calare della sera il quartiere si prepara a vivere un’intensa vita notturna. Tra i numerosi bar spicca il popolare Bar Plank in Elbestraße 15 e tra i club l’Orange Peel, dove musica dagli anni ’40 ai ’70 si affianca a spettacoli teatrali, concerti jazz, blues, rock e poetry slam.

Se si vogliono scoprire gli angoli più nascosti e curiosi del Bahnhofsviertel si può prendere parte a speciali visite guidate, mentre l’Ente del turismo locale propone un pacchetto soggiorno per un fine settimana: un pernottamento con colazione in hotel a scelta, una Frankfurt Card valida due giorni e materiale informativo parte da 49 euro a persona.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: