Reporting the World Over

News and Comments about Life

Con Eurowings ‘cieli aperti’ tra Europa e Iran

Lufthanseat Nr. 1545 vom 05.12.14, Eurowings

Lufthanseat Nr. 1545 vom 05.12.14, Eurowings

La nuova atmosfera di distensione tra Tehran ed il mondo occidentale a livello politico comincia a dare i suoi segni positivi anche a livello commerciale e, soprattutto, turistico. A partire dal prossimo mese di marzo, la compagnia aerea Eurowings opererà voli tra la Germania e la capitale iraniana.

Inizialmente la frequenza sarà di un solo volo alla settimana, ma Eurowings prevede di passare a due già da maggio. Il collegamento sarà non-stop, da Colonia/Bonn e numerosi altri aeroporti grazie a comode coincidenze con la capitale dell’Iran. Ogni martedì e giovedì la compagnia aerea decollerà dalla città tedesca poco dopo le 21. I voli di ritorno per Colonia/Bonn partono dall’Imam Chomeini International Airport il giorno successivo alle 4 del mattino (ora locale).

Il collegamento sarà operato con un Airbus A330 configurato per il lungo raggio e dotato del migliore servizio di poltrone e intrattenimento di bordo. Il volo è già acquistabile, per esempio sul sito online di Eurowings.

Dal punto di vista turistico si tratta di un enorme passo avanti verso l’inserimento del paese asiatico tra le mete più amite dai viaggiatori internazionali. I punti di interesse che Tehran e l’Iran in genere possono offire sono numerosi e diversificati. La regione metropolitana della capitale iraniana conta circa 15 milioni di abitanti, e costituisce il centro culturale del paese, con università, biblioteche e musei. Tehran è inoltre una delle metropoli economiche più importanti dell’Asia meridionale e un centro nevralgico del traffico del paese.

Tra i luoghi da visitare c’è il Museo dei Gioielli nel palazzo della Banca Nazionale dell’Iran, noto per le spettacolari collezioni di gioielli che un tempo formavano il tesoro della corona. Tra i gioielli più famosi esposti si trovano il Trono del pavone, il “Darya-e Nur” (Mare di luce), un diamante di 185 carati, e un mappamondo d’oro tempestato di 51.363 pietre preziose. Il museo custodisce, inoltre, la corona di Reza Pahlavi, penultimo Scià di Persia, del 1924 decorata da circa 4.000 preziosi.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on October 31, 2015 by in notizie and tagged , , , , , , , , , , , , , , .
%d bloggers like this: