Reporting the World Over

News and Comments about Life

Perché i Social Media

Vi siete mai domandati perché un’azienda dovrebbe avere un proprio profilo o una pagina su Facebook, LinkedIn, o comunicare attraverso le immagini su Tumblr, Flickr o Instagram? Rispondere con un “Perché lo fa la concorrenza” non è sufficiente. Anche se può sembrare – e probabilmente lo è! – “di moda” poter dire di essere iscritto a questo o quel social network è fuori dubbio che, per avere successo, entrarne semplicemente a far parte non è sufficiente. Certo, è gratis, è facile e tutti gli altri lo fanno, ma poi? Molti lo fanno per puro diletto, o semplicemente perché “così fan tutti”, o per proteggere il proprio nome, il brand – l’asset più importante che un’organizzazione economica si porta dietro – impedendo che qualcun altro se ne appropri. Però, c’è chi dietro la presenza sui social networks vede delle opportunità di allargare la penetrazione nel mercato, acquisire nuovi clienti, fare business, insomma. È a questo punto che la semplice presenza si trasforma e diventa una vera e propria strategia di marketing e di comunicazione.

Avere una strategia di social media è molto di più che stendere un mero e semplice elenco di tattiche di marketing o siti a cui iscriversi e a cui inviare i proprio messaggi promozionali. Ai membri di queste comunità non interessa la mera presenza. Quello che conta è la proposizione di un valore, la presentazione di un contenuto di qualità e, naturalmente, che lo stesso venga apprezzato.

Allora, cosa comporta una vera strategia legata ai social media? Che cosa bisogna cercare di raggiungere? Ecco alcuni punti da prendere assolutamente in considerazione:

1. La strategia deve partire da una risposta chiara e precisa alla domanda “Perché attuare una cosa del genere?”. Bisogna partire da questo, qualunque siano gli strumenti che decidete di utilizzare.

2. È fondamentale analizzare e comprendere quale messaggio si vuole veicolare e come farlo. Per quest’ultima parte, l’alternativa è tra sedersi e riflettere, e “sparo e scrivo all’impazzata”. Inutile aggiungere che la prima soluzione è la milgiore. Non per questo la più facile. Al contrario, analizzare e preparare con attenzione quanto si vuole pubblicare e distribuire sugli strumenti di social media comporta lavoro e risorse. Significa anche porre attenzione alla scelta degli strumenti, e alla preparazione di messaggi adeguati e adatti a ciascuno di essi: ciò che va bene per Twitter non lo è per Facebook, o per LinkedIn e via dicendo.

3. La corretta definizione degli obiettivi che si vogliono raggiungere è basilare: se non sappiamo qual è la meta dove si vuole arrivare, è inutile, rischioso, foriero di costi, anche solo mettersi in cammino.

4. Non c’è nulla di definitivo quando si parla di marketing e di comunicazione nel mondo dei social media: da qui, la necessità di verificare e rivedere ogni poco la strategia ed i mezzi che si stanno utilizzando, onde apportare eventuali modifiche. Una tecnica – o un messaggio – che funziona oggi potrebbe non essere più valida domani. Quindi: tenersi sempre aggiornati e rimanere estremamente flessibili senza cadere nell’errore di “innamorarsi” di uno strumento o di un canale di comunicazione.

5. Misurare e valutare costantemente. Non è facile, ma scegliere – tra le tante che il mercato e la scienza della comunicazione digitale mette a isposizione – delle metriche che vi possano costantemente fornire un strumenti di valutazione della strategia di social marketing è importantissimo: come altrimenti potrei affermare che una campagna è stata coronata dal successo, o viceversa che qualcosa va cambiato, negli strumenti, nei messaggi, nelle grafiche o altro? Certo, misurae le campagne di marketing e comunicazione sugli strumenti social non è facilissimo come per una campagna Pay-Per-Click, dove i click sono registrati, ma è fondamentale capire se i nostri sforzi stanno producendo risultati oppure no.

Infine, fatevi aiutare. Da un’agenzia di comunicazione (di solito però le agenzie sono molto brave con gli strumenti ma un po’ meno con la strategia) o da professionisti freelance. Implementare la vostra strategia di social marketing non è un gioco: è importantissimo avere sempre ben chiaro che cosa si vuole ottenere e con quali risorse. Comunicate ai vostri consulenti qual è la vostra idea e soprattutto il vostro obiettivo finale. Il Social Marketing non deve essere un’attività fine a sè stessa “perché tutti la fanno“, come dicevamo all’inizio. Per portare a risultati validi deve essere studiata e attuata con una chiara e ben definita strategia.

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: