Reporting the World Over

News and Comments about Life

Un libro, un bicchiere e tanti amici

A Milano apre Verso, libreria e bar insieme, per un nuovo modello di cultura, allo stesso tempo divertimento

Il panorama culturale milanese si arricchisce di un nuovo attore, che porta una ventata di freschezza e trend in città. È la nuova libreria-bar Verso, due piani e dodicimila titoli, che debutteranno lunedì 7 dicembre, in Corso di Porta Ticinese 40, nel cuore della città, un quartiere vivace di giorno e di sera, un nuovo punto di incontro per gli amanti dei libri e della cultura, zona Ticinese, accanto alle Colonne di San Lorenzo e non lontano dalla darsena del Naviglio. Mercoledì 9, poi, è previsto un aperitivo inaugurale aperto a tutti a partire dalle ore 17.

L’ispirazione di base è quella di una libreria-laboratorio che offra itinerari di lettura, occasioni di incontro e uno spazio di aggregazione – il bar – intorno al mondo del libro. L’attività del bar si integra con quella della libreria: dal bancone a piano terra si sale ai tavolini del secondo ambiente, dove tra wi-fi libero, divani e poltrone si potranno fare una sosta o un appuntamento di lavoro, studiare, sorseggiare un caffè, una tisana di giorno, un bicchiere di vino (di produttori indipendenti accuratamente selezionati in diverse zone d’Italia), uno spritz, un drink e una birra la sera.

Il progetto vede la luce in un momento in cui il panorama delle librerie indipendenti milanesi è in fermento. Si sono registrate diverse chiusure (solo in questi ultimi mesi Le librerie del Corso e poco prima la Scientifica, MilanoLibri, Libreria di Brera), qualcuno – come la Libreria del Mondo Offeso e l’Utopia – ha cambiato sede. Allo stesso tempo, però, ci sono giocatori che in questo particolare mondo continuano a proporre un servizio di altissima qualità da sempre nei rispettivi quartieri (come Lirus, Popolare, Trittico, Centofiori, solo per citarne alcune). E ci sono poi gli innovatori, che propongono formule nuove e di successo: Gogol, Open, Il mio libro, BK, Parole e Pagine e altri ancora.

Dal punto di vista commerciale, il 2015 ha dato un grosso segno che stiamo forse andando verso una svolta decisiva: per la prima volta in decenni, le librerie indipendenti italiane hanno recuperato porzioni di mercato su catene e GDO, mentre in Europa e soprattutto negli Stati Uniti si parla da tempo della rinascita delle “indies”, che stanno riguadagnando terreno.

A fondare Verso un gruppo di amici cresciuti tra librerie e locali, che hanno maturato anni di esperienze diverse in tutta la filiera dell’editoria: Andrea Gessner, AD di Nottetempo; Pietro Biancardi, editore di Iperborea; Tomaso Biancardi, scout letterario e traduttore; Alessandro Beretta, critico letterario, scrittore, direttore del Milano Film Festival; Lisa Sacerdote, photoeditor e autrice di progetti per la fotografia. A dirigere la libreria è Davide Mosca, scrittore, insieme a un team di giovani librai.

L’offerta di Verso si realizza in una selezione accurata di marchi editoriali indipendenti di qualità presenti con ampiezza di catalogo e in un ventaglio di novità mainstream. La proposta sarà connotata da un rinnovamento continuo e originale: spesso sarà chiesto a scrittori, editori, intellettuali, critici, giornalisti, artisti di proporre alla clientela di Verso i loro libri più amati. Sarà continua anche la proposta tematica, legata a cicli di incontri, approfondimenti su culture e paesi, autori, luoghi, con rotazione settimanale. Verso “adotterà” ciclicamente autori (contemporanei e classici) di cui proporrà non solo tutti i libri disponibili sul mercato ma anche approfondimenti e incontri.

Oltre alla narrativa italiana e straniera, classica e contemporanea, per attirare anche il pubblico giovane che frequenta la zona nei week end, avranno ampio spazio fumetti, graphic novel e illustrati. Una buona sezione di musica e cinema, un nutrito scaffale di libri su Milano e un angolo per quaderni scelti per scrivere. Una stanza sarà riservata ai libri per l’infanzia (con laboratori e letture per bambini il pomeriggio e nei week end).

Lo spazio di Verso, studiato dagli architetti Bianca Rizzi e Francesca Rogers, interpreta il carattere complesso e articolato del tipico tessuto del quartiere di Ticinese, trasformandolo in un percorso di piccoli mondi, separati fra loro, ma costruiti intorno al filo conduttore dei libri e di quello che vi accade intorno. L’idea di una libreria come spazio da vivere, un contenitore per esperienze diverse, previste o ancora da inventare, si è tradotto in un progetto di arredo flessibile, dove l’esposizione dei libri si adatterà di volta in volta per fare da sfondo alle situazioni che verranno.

One comment on “Un libro, un bicchiere e tanti amici

  1. Dafne Martino
    December 13, 2015

    Ne avevo letto qualcosa su Twitter e non vedo l’ora di tornare a Milano per farci un salto e godere di un po’ di sano fermento culturale.. suona come il posto perfetto! Qualcosa che mancava alla città e non posso che sperare funzioni!
    In bocca al lupo a tutti!!!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on December 1, 2015 by in Cultura, notizie and tagged , , , , , , , , , , .
%d bloggers like this: