Reporting the World Over

News and Comments about Life

Soldi pubblici al CAI: “Siamo soddisfatti”, dice Umberto Martini

cai.jpgSoddisfazione per l’inserimento nella legge di stabilità delle risorse per il finanziamento delle attività del Club Alpino Italiano è stata espressa dal Presidente generale dello storico sodalizio, Umberto Martini.

“Per prima cosa – ha dichiarato Martini – voglio ringraziare l’on Roger De Menech, vicepresidente del Gruppo interparlamentare per lo sviluppo della montagna, per l’emendamento che ha consentito di riportare nella legge di stabilità il finanziamento per il CAI”.

Oltre al parlamentare bellunese eletto nelle fila del Partito Democratico, il grazie di Umberto Martini va anche ai parlamentari di tutte le forze politiche che hanno sostenuto in Commissione bilancio la lotta perché venissero finalmente riconosciuti finanziamenti pubblici al CAI.

Dopo anni di tagli che avevano azzerato i finanziamenti, finalmente – afferma Martini – si è tornati a riconoscere l’importanza per il nostro Paese delle attività del Club alpino italiano e dei suoi volontari insieme alla necessità di sostenere la montagna anche attraverso il lavoro di chi, come noi, le si dedica a favore di tutti”.

E’ noto che il CAI è un ente di diritto pubblico di natura associativa che opera in favore di tutta la collettività – prosegue Martini, spiegando perché l’associazione meriti questi finanziamenti – e non solo di alpinisti e escursionisti. Sono migliaia i volontari del CAI, accompagnatori, istruttori, studiosi e soccorritori che mettono la loro competenza a disposizione dei frequentatori delle montagne e delle popolazioni delle terre alte. Garantiamo rifugi, bivacchi, manutenzione della rete sentieristica, formazione, monitoraggio, ricerca scientifica, difesa dell’ambiente e soccorso alpino, solo per citare alcune delle nostre attività”.

Martini non ha voluto però tacere sulle numerose polemiche che in questi giorni hanno accompagnato la decisione di assegnare soldi pubblici al CAI, definendole “strumentali” dovute “a una evidente scarsa conoscenza della materia e del Club alpino italiano”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: