Reporting the World Over

News and Comments about Life

“Vivo sul Pianeta Terra”: concorso nazionale di poesia

poesiaTorna il Concorso Nazionale di Poesia organizzato dalla Fondazione ‘Amici di Ron’. Dedicato a Lafayette Ron Hubbard, il premio è un’iniziativa che nasce al fine di mantenere alta la vivacità ed il valore di un veicolo di espressione insostituibile qual è l’arte. Promuovendo l’arte, la Fondazione desidera creare un momento di incontro privilegiato tra anime e pensieri, al di là di ogni spazio, di ogni tempo, di ogni differenza.

Quest’anno, il Premio Poetico Nazionale si pone l’obiettivo di dare voce a coloro che percepiscono l’umanità come valore accomunato da una verità: abitare lo stesso Mondo e sulla creazione di una rete artistica-culturale dinamica, grazie all’ausilio dell’arte ed alla sua capacità di creare sinergie culturali, confronto e conoscenza. Ecco, quindi, che il tema – “Vivo sul Pianeta Terra” – si concentra sulla necessità di una maggiore consapevolezza dell’importanza della conservazione e salvaguardia delle risorse naturali del pianeta che abitiamo. L’unico che abbiamo a disposizione.

Con questo tema il premio sull’ottica della Giornata della Terra (22 aprile), ed in tale ottica vuole mettere in luce particolarmente quegli autori sensibili alla ricerca e alla conoscenza che sapranno trovare risposte, soluzioni, amore e comunanze nelle differenze.

Le sezioni del premio sono tre: Poesia inedita, Monologo teatrale, Videopoesia. Per tutte è prevista l’iscrizione gratuita. Al vincitore del Premio sarà consegnato un voucher per un soggiorno gratuito per un week-end (una notte), per una persona a Londra.

Tutte le opere dovranno essere inviate entro il 31 gennaio 2017, unitamente alla scheda scaricabile dal sito dedicato all’iniziativa.

Fra i nuovi amici del concorso la scrittrice e poetessa statunitense LeaAnn Taylor che sposa l’iniziativa dedicando alcune parole a tutti gli scrittori italiani.

Agli amici della Terra e a tutti i poeti italiani di tutte le età: il pianeta Terra è la medicina per un’umanità che ha bisogno di guarire. È un giardino di espressione e un campo di espansione che ospita la nostra prossima grande evoluzione. Togliti le scarpe, amico mio, ti trovi su un terreno sacro”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: